Cerignola porta bene alle ragazze italiane della volley

Le atlete di Luca Pieragnoli si laureano campionesse d'Europa aggiungendo un altro prezioso tassello ad una domenica davvero fantastica per la pallavolo azzurra

19
0
CONDIVIDI

Quella appena trascorsa è stata una settimana decisamente singolare, sotto il profilo sportivo, per la nostra regione: le città di Cerignola e Andria hanno ospitato, infatti, i due gironi delle gare in programma ai Campionati europei under 21 femminili di volley. E la vittoria della nazionale italiana nella finale contro la Serbia ha aggiunto un tocco di pura magia al grande spettacolo di cui ha potuto beneficiare il pubblico delle nostre città.

Il PalaTatarella di Cerignola è stato lo scenario della Pool 1, composta dalle squadre di Italia, Serbia, Austria e Ucraina; ad Andria si sono disputate, invece, le gare della Pool 2 tra Danimarca, Polonia, Turchia e Israele. Il palazzetto di Cerignola sin dalla prima partita ha visto il pubblico delle grandi occasioni, pronto a sostenere con tutto il calore le atlete della nazionale guidate dal mister Luca Pieragnoli. Nelle tre gare del proprio girone, le azzurre hanno sempre mostrato carattere e un’ottima intesa di squadra: nella partita d’esordio hanno battuto l’Ucraina con il punteggio di 3-1; poi è arrivata la vittoria contro l’Austria per 3-0, mentre la terza ed ultima gara è stata quella più combattuta, considerato lo spessore agonistico dell’avversario, la Serbia. Il finale è stato deciso al tie-break, con le ragazze di mister Pieragnoli che hanno chiuso il match a punteggio pieno, battendo le avversarie e passando come prime del girone davanti alla Serbia classificatasi al secondo posto. Nell’altro raggruppamento le due nazionali che hanno ottenuto il pass per le semifinali sono state Turchia e Polonia.

Le due semifinali hanno testimoniato due rendimenti ben diversi: la gara tra Serbia e Polonia è stata a senso unico in favore delle ragazze allenate da Marijana Boricic con un netto 3-0, mentre l’altra partita è stata molto più equilibrata; ma alla fine a spuntarla è stata proprio la squadra italiana al tie-break per 3-2. Era la finale che tutti si attendevano; un match che ha rispetto pienamente il pronostico che vedeva le due nazionali tra le favorite alla vittoria finale.

E siamo, dunque, all’atto finale: da un lato la Serbia, che ha provato a vendicarsi della sconfitta subita nel girone, dall’altro la squadra azzurra che voleva chiudere il torneo da imbattuta, regalando una gioia immensa al pubblico di Cerignola e ai tifosi dell’intero paese. Non è un caso che anche la finale si è decisa al quinto set, a dimostrazione del valore di entrambe le squadre che hanno offerto davvero un grande spettacolo. Non appena le atlete italiane hanno ottenuto l’ultimo punto decisivo per la vittoria finale, in campo e sugli spalti si è scatenata la festa, dalla quale comunque non sono state escluse le valorose avversarie serbe, alle quali è stato tributato un grande applauso.

“Non riesco a contenere l’emozione – ha confessato a fine gara Luca Pieragnoli-. Le mie ragazze hanno disputato un torneo meraviglioso. Porterò con me il ricordo di ogni gara disputata da loro. Il pubblico di Cerignola è stato magnifico; sarebbe stata una grande delusione non vincere in casa davanti a un pubblico così caloroso. La conquista del titolo europeo è anche merito di quanti ci hanno sostenuto dalle tribune. La Puglia è la terra della pallavolo, considerate le società presenti sia nei campionati nazionali e soprattutto in quelli regionali”.

Il mister Luca Pieragnoli con alcune ragazze in gara a Cerignola

Anche le ragazze hanno voluto esprimere il loro entusiasmo a fine partita, ancora incredule del meraviglioso risultato ottenuto. Un successo – la conquista del titolo europeo – metabolizzato solo con il passare delle ore. Una vittoria frutto di sacrifici, di collaborazione, della determinazione a non mollare neanche nei momenti di difficoltà. Non è un caso che le tre vittorie siano state ottenute al tie-break, a dimostrazione della forza di queste talentuose atlete.

Ed ecco l’elenco delle ragazze che si sono laureate campionesse d’Europa: Valentina Bartolucci e Sofia Monza (palleggiatrici), Binto Diop e Giorgia Frisini (opposti), Alessia Bolzonetti, Emma Cagnin, Alice Nardo e Loveth Omoruyi (schiacciatrici), Emma Graziani, Giulia Marconato e Linda Nwakalor (centrali) e Martina Armini (libero). Nello staff tecnico Luca Pieragnoli (primo allenatore), Stefano Saja (secondo allenatore) e Matteo Ingratta (assistente).

E le buone notizie non finiscono qui. La giornata del 17 luglio è stata, infatti, la domenica perfetta per tutta la pallavolo italiana. Erano ben quattro le finali in cui erano coinvolte le squadre azzurre e quattro sono stati i successi: la nazionale femminile ha battuto in finale il Brasile vincendo la Nations League, mentre per la nazionale maschile sono giunti i successi nei Campionati europei under 18 e under 22.

Nella foto in alto, la festa per la conquista del titolo di Campionesse d’Europa. Le immagini sono tratte dalla pagina fb di Volley femminile