Una vittoria che è tutto un programma

La prova muscolare del Bitonto, nella prima giornata di campionato, è la conferma del valore del team messo in campo dalla società neroverde

248
0
CONDIVIDI

Comincia con una sontuosa vittoria per 3-1 il campionato dell’USD Bitonto Calcio. I neroverdi strappano i primi tre punti stagionali al Francavilla preparandosi, così, a vivere la propria seconda avventura consecutiva nel girone H di Serie D. Si annuncia, dunque, un’annata colma di aspettative quella del sodalizio presieduto da Francesco Rossiello, che nel giro di due sole stagioni ha dapprima riportato Bitonto nell’anticamera del calcio professionistico, dopo otto anni di assenza, e poi fatto sognare l’intera tifoseria con un campionato di grande intensità chiuso al quarto posto.

Ora, a distanza di quattro mesi dalla sconfitta nella semifinale dei play-off di Serie D, subita allo “Iacovone” di Taranto contro la squadra ionica, i leoncelli contano sulla guida tecnica di mister Roberto Taurino, che ha preso il posto dell’allenatore bitontino Massimo Pizzulli. Nel corso della pausa estiva, Taurino ha lavorato in grande sinergia con la dirigenza neroverde per allestire un organico che si presenta, con ogni probabilità, persino più attrezzato rispetto allo scorso anno.

Confermati i principali protagonisti della passata stagione: dall’estremo difensore, classe ’99, Figliola, tra gli under più convincenti dell’ultimo campionato di Serie D – girone H, a capitan Montrone, passando per l’abile centrale di centrocampo Biasòn, la giovane coppia difensiva Cappellari e Terrevoli e gli ormai veterani Turitto e Patierno. Quest’ultimo, in realtà, è stato vicino al cambio di casacca, sedotto dalle allettanti offerte provenute da team di categoria superiore; ma, alla fine, ha scelto di sposare nuovamente il progetto neroverde. Alla corazzata già nota al tifo neroverde, la società ha regalato altrettanti compagni di spessore: dal girone I della Serie D sono giunti i difensori napoletani Lomasto del Castrovillari e Amelio del Roccella, dalle giovanili del neopromosso Lecce, invece, è arrivato l’under Gianfreda. Ad arricchire il reparto giovani ci sono anche Gagliardi, proveniente dal Cosenza, e Schirone dal Foggia.

Squadra puntellata a dovere anche nelle altre zone del campo, soprattutto con il centrocampista Marsili, che vanta una lunga esperienza tra Serie B e Serie C, e persino una presenza in A con la Roma di mister Bruno Conti, e con Mazzone, proveniente dalla Virtus Francavilla, ma cresciuto nelle giovanili della Juventus. In attacco, invece, il colpaccio è il bomber andriese Lattanzio, tra le star dell’Audace Cerignola nella passata stagione sportiva.

Dopo aver allestito un team di tale calibro, il presidente Rossiello ed il suo staff hanno più volte dichiarato di puntare a migliorare il piazzamento ottenuto la scorsa annata, auspicando una storica e tanto agognata promozione tra i professionisti della Serie C. Un obiettivo oneroso quello dei neroverdi, che quest’anno si ritrovano catapultati in un girone particolarmente impegnativo e affollato di temibili corazzate. Alle ormai note Taranto, Audace Cerignola, Fidelis Andria e Città di Fasano, si aggiungono anche altre gloriose piazze del calcio pugliese: Foggia (che solo lo scorso anno militava in Serie B, prima del fallimento di giugno), Brindisi e Casarano. Presenti nel girone anche Gravina, Team Altamura e Nardò, le campane Nocerina, Agropoli, Gladiator, Sorrento e le lucane Grumentum Val d’Agri, Francavilla e Gelbison Vallo della Lucania.

Alle numerose squadre che hanno a lungo assaporato il calcio professionistico, e che sognano di ritornarci al più presto (Andria, Brindisi, Nocerina, Taranto, Foggia, per citarne solo alcune), si contrappongono solide, seppur più umili, realtà come Bitonto e Cerignola, che invece cercheranno di ritagliarsi il proprio spazio nella zona alta della classifica, certe delle potenzialità dei propri organici.

Sarà, dunque, un campionato galvanizzante quello che andrà in scena sino al prossimo 3 maggio e, considerando il numero di realtà ben allestite, appare davvero difficile avanzare pronostici su chi trionferà. Ma una cosa è certa: i ragazzi di Taurino hanno tutte le carte in regola per puntare ad un piazzamento tra le prime posizioni della graduatoria finale, riuscendo persino ad accrescere il risultato già positivo dello scorso anno.

Le foto, scattate da Anna Verriello, relative alla vittoria del Bitonto sul Francavilla Fontana, sono di proprietà dell’USD Bitonto Calcio