Il nostro pianeta è la scelta migliore

Incontri, proiezioni e mostre al nuovo festival barese che vuole promuovere la difesa dell'ambiente, puntando sulla sensibilità e i sui gesti quotidiani di tutti i cittadini

198
0
CONDIVIDI

Parte domani al Teatro Kursal di Bari l’edizione zero di Io scelgo il pianeta, il festival che punta i riflettori sulla tutela e salvaguardia dell’ambiente, sollecitando i cittadini a sentirsi parte del cambiamento, a cominciare dal proprio contesto, dalle scelte e dai gesti quotidiani. La manifestazione – in “scena” sino al 5 dicembre tra Kursal e Teatro Margherita – è ideata da Cime (società che si occupa di sviluppo dei territori, con progetti culturali di respiro internazionale e azioni di marketing mirate all’internazionalizzazione) con il sostegno della Regione Puglia e del Comune di Bari e in collaborazione con National Greographic Italia, Rai Documentari e l’Università di Bari.

I protagonisti degli incontri in programma al festival “Io scelgo il pianeta”

Fitto il programma: incontri tematici, esposizioni, attività e azioni, tutto secondo una chiave di lettura che pone al centro l’informazione e un approccio positivo e costruttivo. Non solo parole, dunque, ma approfondimento. Non solo studio ma anche confronto. E ancora, multidisciplinarietà, secondo un’idea di informazione integrata, che passa anche dall’arte, dall’esperienza, dall’azione. Un ampio ventaglio di proposte, raccolte in quattro macro-sezioni: IncontriMostre, Azioni Proiezioni.

Ad animare gli incontri, alcuni dei nomi più autorevoli del dibattitto e della divulgazione scientifica sul tema della difesa ambientale: Marco Cattaneo direttore di National Geographic Italia, Serena Giacomin presidente dell’Italian Climate Network, Fabiano Ventura fotografo del paesaggio, Jacopo Pasotti divulgatore scientifico, Massimo Moretti docente di Geologia stratigrafica e sedimentologia all’università di Bari, Giuseppe Corriero direttore del dipartimento di Biologia all’ateneo barese, Alessia Rotta presidente commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici della Camera dei Deputati, Duilio Giammaria direttore di Rai Direzione Documentari, Luca Pietranera responsabile innovazione e supporto tecnico per e-Geos, Alessandra Viola documentarista e sceneggiatrice alla Rai, Piero Martin docente di fisica sperimentale all’università di Padova, Manoocher Deghati vincitore e giurato di World Press Photo Contest e del premio Pulitzer per la fotografia, Alessandro Gandolfi fondatore dell’agenzia Parallelozero, Ilaria Capua dirigente del Centro di Eccellenza One Health dell’Università della Florida, Giovanni Chimienti biologo marino e zoologo presso l’università di Bari.

Tutte da seguire le proiezioni: Pristine seas the power of protection: oceani, tesori da salvare, Il tesoro nascosto delle Isole Tremiti, Ocean’s breath, il segreto degli oceani! documentari del National Geographic, Il veleno nell’acqua – Plastic War Sotto il vulcano di Rai documentari.

Per la sezione Azioni, attività artistiche, laboratoriali e di condivisione, realizzate outdoor per la sensibilizzazione della comunità alla tutela dell’ambiente.

Particolarmente interessanti le mostre a tema, all’interno della Sala Giuseppina del Kursaal Santalucia: Archeoplastica, raccolta di reperti di plastica rinvenuti sulle spiagge pugliesi e risalenti agli scorsi decenni, fino anche agli anni ‘60; Poster for Tomorrow, raccolta dei 100 migliori poster sul tema del pianeta del futuro realizzati da grafici e designer internazionali per l’edizione 2018 del contest internazionale Poster For Tomorrow, dal titolo “A Planet for Tomorrow”; Il pianeta di Greta, raccolta di immagini e testi tratte dall’omonimo libro di Alessandra Viola e Rosalba Vitellaro che, con le illustrazioni di Annalisa Corsi, affronta il tema dell’emergenza climatica che affligge il nostro pianeta.  

Evento cardine del festival la mostra PLANET OR PLASTIC?, prodotta da National Geographic, in programma dal 2 dicembre 2021 al 13 marzo 2022 al Teatro Margherita. Realizzata da CIME in collaborazione con il Gruppo GEDI, è curata da Marco Cattaneo: una mostra fotografica per adulti e ragazzi, i cui contenuti e il cui percorso espositivo permettono un’esperienza immersiva nei temi trattati, per essere testimoni delle gravi conseguenze ambientali dell’eccessivo utilizzo della plastica nell’ambito della nostra vita quotidiana.

Tutte le info e le prenotazioni sul sito del festival www.ioscelgoilpianeta.it, al numero 3515006492 e all’indirizzo mail info@ioscelgoilpianeta.it.