La campagna vaccini in Puglia

Con l'acquisto di 1.300.000 dosi, che saranno somministrate dalla prossima settimana ai cittadini più a rischio, la Regione si prepara all'influenza stagionale

381
0
CONDIVIDI

Le Aziende Sanitarie Locali pugliesi hanno provveduto ad emettere gli ordinativi per l’acquisto di circa 1.300.000 dosi di vaccino antinfluenzale per la campagna 2020/2021. A renderlo noto è il Dipartimento Politiche della Salute della Regionale Puglia.

Le dosi sono già state consegnate, in parte, dalle ditte produttrici che, ora, si occuperanno di completare le consegne entro fine mese. I Dipartimenti di Prevenzione, d’altra parte, hanno già avviato la distribuzione di un primo quantitativo in favore di tutti i soggetti che vengono considerati maggiormente a rischio. Tra questi, ovviamente, i medici di medicina generale, i pediatri di libera scelta e gli operatori sanitari. Grande attenzione anche nei confronti delle altre categorie di persone che, per condizioni lavorative, sono più esposte o possono essere veicolo di contagio del virus influenzale: forze dell’ordine, vigili del fuoco, volontari.

Pier Luigi Lopalco e Vito Montanaro

Il Dipartimento Politiche della Salute rende noto, inoltre, che è in fase di avvio anche la somministrazione del vaccino, a cura delle rispettive direzioni sanitarie, a tutti coloro che sono ricoverati o ospitati in strutture di ricovero o residenziali.

“Si pone in risalto come la Regione Puglia abbia già aggiudicato l’acquisto di 2.100.000 dosi di vaccino antinfluenzale per la campagna 2020-2021– spiega Pier Luigi Lopalco, responsabile coordinamento emergenze epidemiologiche della Regione Puglia –. L’avvio quest’anno è stato anticipato ad ottobre rispetto agli anni passati quando la distribuzione veniva garantita a partire dall’inizio di novembre. Questa scelta è stata operata al solo fine di distribuire meglio il carico di attività gravante sulla rete di distribuzione del vaccino, sui medici e sugli operatori sanitari”.

“Non sussiste alcuna criticità – conferma il direttore del dipartimento Vito Montanaroconnessa alla carenza o indisponibilità di dosi di vaccino antinfluenzale nella Regione Puglia e, pertanto, i cittadini pugliesi otterranno una risposta adeguata dalle strutture del servizio sanitario regionale alla diffusa sensibilità e aspettativa che finalmente si registra nei confronti della prevenzione vaccinale”.

Gli anziani tra i primi ad essere vaccinati

La campagna di vaccinazione andrà a regime già a partire dalla prossima settimana con le vaccinazioni che saranno assicurate dai medici di medicina prioritariamente in favore dei soggetti con malattie croniche, ultra 65enni o appartenenti alle categorie a rischio per motivi sanitari. Si stima che l’iter procederà almeno sino a tutto il mese di gennaio 2021 senza alcuna interruzione, prevedendo anche ulteriori iniziative di offerta della vaccinazione gratuita anche a tutte le altre fasce di età.

Al momento, sono 450.000 i vaccini ordinati dall’Asl Bari, seguita dai 250.000 richiesti dall’Asl Lecce e dai 239.000 dell’Asl Foggia. Duecentomila, invece, quelli a carico dell’Asl Taranto. Chiudono la graduatoria le Asl di Brindisi e Bat che riceveranno, a stretto giro, rispettivamente 128.000 e 126.000 vaccini. A queste dosi, tuttavia, ne saranno aggiunte circa 40.000, ordinate dalle Aziende Ospedaliero-Universitarie e dagli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico, grazie a cui provvedere all’immunizzazione dei propri operatori.