Con Maelyà si annuncia un’opera musicale che è un inno alla rinascita

Interpretato da Musa, il cd inaugura il progetto di Dave Hat, giovane compositore bitontino, che prevede anche un volume e un dvd ed è prodotto dagli studi Adm

733
0
CONDIVIDI

L’arte è un territorio molto vasto, ricco di sfumature e dai confini indefiniti e, quindi, non tracciabili. Perché tale è l’anima di chi crea, intenta a modulare flussi emozionali, a foggiare le proprie inclinazioni. Può, quindi, capitare che le discipline artistiche si confrontino, si fondino fino a diventare un linguaggio unico. Tra i talenti della nostra terra, c’è un giovane compositore di colonne sonore, polistrumentista e arrangiatore, oggi impegnato in un interessante e innovativo progetto. Davide Cappiello, in arte Dave Hat, bitontino, è cresciuto respirando musica.

Autodidatta, si è appassionato alla cultura celtica e al mondo artistico nordeuropeo, a tal punto di impegnarsi in un progetto originale e multiforme: è l’autore, infatti, di Ylvàrian – La scala di corallo, un’opera musicale moderna.

Davide Cappiello in arte Dave Hat

La prima particolarità è la lingua usata nei testi dei brani che compongono questo album, creata ex novo insieme a Giulia Rucci, coautrice per la parte letteraria: Ylvàrish è un gergo inventato, dotato di una propria grammatica e di un significato ben preciso. Un’altra particolarità di questo complesso e articolato lavoro consiste proprio nella sua forma, che mira a divenire una pubblicazione composta da un libro, con testi in italiano e inglese, e un dvd contenente un progetto audio-visivo in stile cinematic.

È questa forse la vera caratteristica dell’opera alla quale sta lavorando Davide, presso gli Studi Adm, diretti dal sound engineer Nuccio Cappiello, suo zio. Qui è nato il sodalizio con Musa – voce versatile in grado di esprimere al meglio le dimensioni quasi oniriche delle composizioni musicali di Dave Hat – scelta per essere protagonista canora dell’intera storia. A completare l’opera, un corpo di ballo di otto elementi che si muoverà su una scenografia interamente realizzata mediante la tecnica del videomapping.

Musa

Ylvàrian – La scala di corallo è un progetto artistico che si avvale quindi di un linguaggio multiforme, scritto, suonato, cantato e, infine, espresso attraverso il corpo. Secondo le previsioni della produzione, sarà pronto in autunno e alla pubblicazione seguirà un tour presso diversi teatri italiani. È uscito, intanto, il singolo che anticipa l’intera opera: Maelyà, storia di una rinascita in tempi di crisi. Il termine, nell’idioma coniato per l’occasione, significa “vita”. Il videoclip evoca atmosfere extrasensoriali e coinvolge intensamente per la carica sonora degli arrangiamenti. Mira ad essere di buon auspicio per chi ascolta e per chi si è immerso in questa fantastica avventura.

È possibile ascoltare il brano Maelyà su youtube e conoscere maggiori dettagli del progetto Ylvàrian sulle pagine Facebook di Dave Hat e Musa.

La copertina del singolo Maelyà

 

Nell’immagine in alto: Dave Hat e Musa in una scena del videoclip