Per Fabio Delvino l’ora del debutto con la maglia da titolare

Per il giovane bitontino è cominciata l'avventura nelle file dell'Alessandria, sotto l'occhio vigile dell'allenatore D'Agostino, che l'ha voluto in squadra

1847
0
CONDIVIDI

Prima la panchina nel derby piemontese vinto contro la Juventus Under 23. Poi uno scampolo di partita nella sconfitta contro la Pro Piacenza. Infine, il debutto da titolare contro la Lucchese. Dopo le stagioni più che positive con la maglia del Bisceglie, culminate con l’esordio nel calcio professionistico un anno fa, Fabio Delvino ha iniziato una nuova avventura con la maglia dell’Alessandria.

Lasciato il Bisceglie al culmine di un’estate non facile per il sodalizio nerazzurro, Fabio non ha cambiato categoria, ma ha cambiato girone e regione. Dal caldo della Puglia all’aria decisamente meno mite del Piemonte, ma con l’ambizione e la voglia di crescere che sono stati il suo marchio di fabbrica in questo primo scorcio di carriera.

Il tutto sotto lo sguardo attento di un allenatore, Gaetano D’Agostino, che il Sud e la Puglia ce li ha nel sangue. Siciliano d’origine (è nato a Palermo), è cresciuto nella Roma e si è imposto all’attenzione degli appassionati e degli addetti ai lavori indossando le maglie di Udinese e Fiorentina, arrivando anche in Nazionale.

La sua prima vera esperienza da calciatore professionista è stata quella vissuta con la maglia del Bari dal 2001 al 2003, con 62 presenze e 2 gol. Nel 2014, invece, ha ottenuto appena 9 gettoni con la maglia della Fidelis Andria, che a fine stagione sarebbe stata promossa in C. Indossati i panni dell’allenatore, nella scorsa stagione ha portato la Virtus Francavilla alla sua seconda qualificazione consecutiva ai playoff di Serie C.

Trasferitosi anche lui in terra piemontese, poteva non portare con sé un pezzo di quella Puglia che ha segnato la sua carriera? E non poteva non portare con sé un pugliese doc come Fabio Delvino in una squadra che, dopo aver perso la finale playoff contro il Parma due anni fa e aver vinto la Coppa Italia Serie C al termine della scorsa stagione, sogna il ritorno in quella Serie B che manca dal lontano 1975. Un arco di tempo troppo lungo per una società che al calcio nostrano ha regalato il genio e la classe di tal Gianni Rivera.

E chissà che il ritorno tra i grandi del pallone non passi per i piedi del bitontino Fabio, il bravo ragazzo partito dalla Puglia e giunto in Piemonte per continuare a realizzare il suo sogno correndo dietro a un pallone.

Nella foto in alto, Fabio Delvino nella partita d’esordio come titolare nell’Alessandria.

Credit photo: pagina Facebook U.S. Alessandria Calcio