“Bari mon amour”

Con seimila biglietti già venduti per la stagione estiva, Air France torna a volare in Puglia, meta strategica per turismo e viaggi d'affari

151
0
CONDIVIDI

Dopo 23 anni, Air France torna a volare da Bari a Parigi. Per celebrare l’evento, l’aeroporto di Bari ha organizzato, in collaborazione con i vigili del fuoco, il tradizionale e spettacolare angelo d’acqua subito dopo l’atterraggio del primo aereo proveniente dalla capitale francese.

Barry ter Voert, senior vice president di Air France KLM Europe, atterrato per l’occasione a Bari, ha tagliato il nastro assieme al sindaco Antonio Decaro, al presidente della Regione Michele Emiliano e al responsabile di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti.

“L’Italia è un mercato fondamentale per il Gruppo Air France-KLM. Siamo orgogliosi di inaugurare la nostra dodicesima destinazione nel bel Paese. La decisione di riaprire i voli da Bari a Parigi è dettata dalle grandi potenzialità della regione, non solo in termini di traffico turistico ma anche di business. Questo nuovo volo permetterà di raggiungere Parigi comodamente e accedere all’intero network di Air France. Le prenotazioni sono molto incoraggianti e abbiamo, così, deciso di estendere il volo a tutta la stagione invernale 2018-19”, ha dichiarato ter Voert.

“Il ritorno in Puglia di Air France offre tanti motivi per essere accolto con grande soddisfazione”, ha aggiunto Tiziano Onesti. “Innanzitutto quale attestazione dei livelli di eccellenza raggiunti dalle nostre infrastrutture che ci consentono di offrire a passeggeri e compagnie aeree elevati standard di servizio in termini di qualità e efficienza. I dati, in costante e significativa crescita, del traffico internazionale .ha proseguito Onesti- ci fanno guardare con ottimismo ai prossimi impegni, volti a garantire, tra l’altro, le migliori condizioni di accessibilità aerea della regione, anche nell’ottica strategica delle prosecuzioni a lungo raggio garantite attraverso i più importanti snodi continentali, tutti ormai stabilmente collegati ai nostri aeroporti”.

I voli Air France Bari-Parigi, inaugurati per la prima volta nel 1989 e interrotti nel 1995, saranno attivi fino al 2 settembre, cinque volte a settimana. Gli aeromobili utilizzati (Airbus A318, A319, A320 e A321, a seconda del giorno della settimana) offrono una capacità di posti compresa tra 138 e 206.

Questo nuovo volo permetterà di raggiungere Parigi in poco più di due ore e di lì altre 43 destinazioni in Europa e 21 nel resto del mondo. Seoul, Copenaghen e Amburgo, ad esempio, saranno raggiungibili da Bari con un transito a Parigi di soli 55 minuti, Shanghai con un transito di 1 ora e 15 minuti, Bogotá, Boston e Mosca con un transito di 1 ora e 40 minuti.

Anche la Puglia sarà più facilmente raggiungibile: ben 77 saranno le città in Europa collegate a Bari con un tempo di transito a Parigi inferiore alle tre ore, e 36 le città extra europee.

Più di 6.000 i biglietti già venduti per la stagione estiva, tanto che la compagnia aerea francese ha deciso di estendere il volo a tutta la stagione invernale, con una frequenza settimanale che opererà il sabato.

L’estensione del volo per la stagione invernale è accompagnata da una promozione speciale, acquistabile fino al primo agosto, per volare a Parigi dal 15 settembre 2018 al 31 marzo 2019, a 45 euro per la sola andata e a 89 euro per andata e ritorno, tasse e supplementi inclusi.