Preghiera e misericordia “in mostra” nelle icone russe a Bari

Apre i battenti, al castello Normanno-Svevo Aragonese di Bari, una grande rassegna dedicata all'arte sacra del grande paese eurasiatico

253
0
CONDIVIDI

Il legame tra Bari e la Russia è da sempre significativo, rinsaldato, innanzitutto, dai fedeli che giungono nel capoluogo pugliese per San Nicola.

Questa volta a fare da ponte tra Oriente e Occidente è, invece, la mostra “L’icona russa: Preghiera e Misericordia”, appena inaugurata al castello Normanno-Svevo Aragonese e dedicata al 320° anniversario dell’avvio delle relazioni ufficiali tra la Federazione Russa e il Sovrano Ordine di Malta.

Preghiera e misericordia "in mostra" nelle icone russe a Bari

Di grande attrattiva per il pubblico barese sarà sicuramente una preziosa icona del XIV secolo, con un San Nicola dal nord del grande paese eurasiatico: un’interpretazione regionale dell’iconografia del santo, che unisce la bellezza di un’immagine misericordiosa e l’ascetismo. Sarebbe un peccato, tuttavia, soffermare tutta l’attenzione solo su un’opera, e dimenticare che le 36 icone in mostra, datate tra i secoli XVII e XVIII, hanno lo scopo di farci conoscere un’arte straordinaria e di consolidare il già forte legame tra Bari, porta dell’Oriente, Europa e Russia.

Si tratta di un’occasione per apprezzare non solo queste straordinarie raffigurazioni, ma pure la spiritualità ortodossa della quale sono espressione nonchè l’influenza dell’arte russa sulla cultura europea. L’iniziativa è pure significativa perché, come ha sottolineato la direttrice del polo museale della Puglia, Mariastella Margozzi, determina l’avvio della nuova stagione espositiva negli spazi del castello.

Preghiera e misericordia "in mostra" nelle icone russe a Bari

La mostra si colloca anche in un momento felice che vede la Russia protagonista del risveglio turistico pugliese, grazie anche all’inaugurazione del volo diretto Bari-Mosca, a partire dal prossimo 24 giugno, all’apertura del consolato russo nella città vecchia, e in un contesto di dialogo tra chiesa cattolica e ortodossa, sempre sotto lo sguardo benevolo di San Nicola.

Preghiera e misericordia "in mostra" nelle icone russe a Bari

Alla presentazione della mostra sono intervenuti il sindaco di Bari, Antonio Decaro, l’assessore regionale alla Cultura e Turismo, Loredana Capone, l’ambasciatore russo presso il Vaticano e l’Ordine di Malta, Alexander Avdeevon, il rappresentante diplomatico del sovrano Ordine militare di Malta, Antonio Zanardi Landi, l’imprenditore e mecenate Michail Abramov, proprietario del museo privato dell’Icona russa di Mosca, la curatrice della mostra Lilija Evseeva, direttrice della sezione di studi e ricerche scientifiche del Museo Andrey Rublev. La rassegna è patrocinata dalla Regione Puglia, dal Comune di Bari e dall’ambasciata della Federazione Russa presso la Santa Sede e il Sovrano Ordine di Malta.

Preghiera e misericordia "in mostra" nelle icone russe a Bari

 

Il progetto espositivo è patrocinato dalla Regione Puglia, dal Comune di Bari e dall’Ambasciata della Federazione Russa presso la Santa Sede e il Sovrano Ordine di Malta.