A Bitonto s’alza la tenda che raccoglie vita e sogni dei giovani

Avviata ieri a Bitonto per iniziativa della pastorale giovanile diocesana e delle parrocchie locali, la Settimana della Tenda prosegue, oggi, con una mostra sugli abiti confraternali, inaugurata da mons. Cacucci

1246
0
CONDIVIDI

È iniziata ieri sera, con la celebrazione eucaristica in piazza Cavour, la Settimana della Tenda dell’incontro, organizzata dalla pastorale giovanile diocesana e dalle parrocchie bitontine, in corso sino al 5 maggio, giorno della festa conclusiva.

L’evento, che si celebra in vista del sinodo dei giovani del prossimo ottobre 2018 e che riprende l’immagine biblica della tenda di Mosè, in cui il popolo israelita si mette in contatto con Dio, avrà il suo centro proprio nella tenda, che rimarrà montata per tutto il tempo su piazza Cavour.

La messa di ieri, presieduta da don Michele Birardi, direttore dell’ufficio diocesano della pastorale giovanile, ha fornito le coordinate su cui si muove l’intera iniziativa.

“La tenda è stata impiantata come la vite – ha detto il parroco durante l’omelia, commentando il vangelo del giorno -; il suo scopo è quello di raccogliere la vita, i sogni dei giovani”. Un punto d’incontro sia tra le diverse generazioni sia tra le varie parrocchie di Bitonto.

Questo “luogo di comunione”, che deve avere “lo stile dell’accoglienza”, deve realizzare per i giovani tre obiettivi, secondo le parole di don Birardi: bellezza (“rendete bella la vostra vita”), creatività, (“date alito alla fantasia e allo Spirito che crea cose nuove”), e semplicità, “saper ripartire da me stesso, da ciò che sono, sapere da dove parto”.

Ogni giornata della settimana della Tenda sarà caratterizzata da incontri, momenti di preghiera, catechesi, tavole rotonde, tutto nell’ottica di un tema centrale che accompagnerà le attività. Ogni sera ci sarà, poi, un momento di più ampio respiro civile e sociale, che toccherà tematiche e protagonisti che ogni giorno sono immersi in realtà che riguardano vari aspetti della vita della nostra città.

Nella giornata di oggi, caratterizzata dal tema del dialogo intergenerazionale, la mattina sarà dedicata a momenti di preghiera con la celebrazione delle Lodi e della messa nella chiesa di san Gaetano e il servizio di infopoint e volantinaggio, rivolto soprattutto agli studenti.

Dopo il pomeriggio dedicato all’adorazione eucaristica (sempre nella chiesa di san Gaetano) e agli incontri catechetici, la serata prevede l’inaugurazione di una mostra presso la chiesa di san Domenico, dal titolo “Il dialogo generazionale e il mondo delle confraternite a Bitonto”, curata da alcune confraternite di Bitonto, aperta dal primo al 5 maggio, dalle 17,30 alle 20,30.

Saranno mostrati per la prima volta gli abiti confraternali delle varie confraternite bitontine, con i vestiari anche delle immagini sacre portate in processione. La mostra sarà aperta alla presenza dell’arcivescovo di Bari–Bitonto, mons. Francesco Cacucci, che si sposterà poi in piazza Cavour per un saluto alla comunità con il sindaco Michele Abbaticchio.

Durante l’inaugurazione della mostra si terrà un incontro sul tema del dialogo intergenerazionale proprio all’interno delle realtà confraternali, con la testimonianza di alcuni giovani confratelli.