Federico l’imperatore “moderno”

Stasera a Bitonto l'avvio del progetto teatrale, ideato da Nicola Fiorino Tucci e dedicato alla scomparsa misteriosa dell'imperatore svevo

172
0
CONDIVIDI

Con la conferenza sul tema “Federico II di Svevia e il Mezzogiorno d’Italia”, prende l’avvio stasera, presso Palazzo Gentile a Bitonto, il progetto, ideato da Nicola Fiorino Tucci, presidente dell’Associazione docenti bitontini, che culminerà nell’originale pièce “L’ultima notte di Frederico”, in programma il 27 aprile al Traetta.

Locandina l'ultima notte di Federico
La locandina della piece teatrale

Lo spettacolo è dedicato alle ultime e sofferte ore del grande svevo, colto da febbre, dissenteria e svenimenti, dopo una battuta di caccia. Federico II morirà, in circostanze misteriose, nei giorni seguenti a Castel di Fiorentino, a dieci chilometri da Lucera.

“L’attività letteraria alla corte di Federico II” è l’argomento al centro della relazione che sarà svolta da Mario Sicolo, docente e giornalista.

Attesa la lectio magistralis del prof. Pasquale Corsi, docente emerito di Storia medievale all’università di Bari, sull’attualità di Federico, imperatore medievale ma, in realtà, personalità di grande attualità. A coordinare l’incontro, realizzato in collaborazione con il Primo circolo didattico, il giornalista Marino Pagano.

Locandina Federico imperatore
La locandina del convegno