Una “settimana blu” per riflettere sull’autismo

Le iniziative messe in campo dalla cooperativa Solidarietà di Binetto e Comune di Bitonto per sensibilizzare l'opinione pubblica su un disturbo della personalità sempre più diffuso

514
0
CONDIVIDI

Qualcuno avrà notato le luci blu accese a tarda sera sulla sommità di Palazzo Gentile. Con lo slogan “Non chiudere la porta alla coscienza, accendi una luce blu”, infatti, anche il Comune di Bitonto ha aderito alla Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo.

Palazzo di Città sarà così illuminato per un’intera settimana, a partire dal giorno scelto dall’Onu per celebrare la consapevolezza sui disturbi dello spettro autistico, il 2 aprile, fino al 9. Il blu, sì, perchè è il colore della coscienza e della sicurezza.

L’intento è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dell’autismo, disturbo che colpisce sempre più persone e del quale si continua a non avere ancora esatta cognizione.

L’iniziativa è a cura della cooperativa sociale Solidarietà di Binetto, con la sua presidente. la dott.ssa Antonella Robortaccio e tutti gli operatori, in partnership con l’assessorato alle Pari opportunità di Bitonto, retto dalla dott.ssa Marianna Legista, la dott.ssa Francesca Pazienza dell’Ufficio Tecnico, la dott.ssa Elisa Colasuonno in qualità di educatrice e la coordinatrice dell’Assistenza Specialistica, la dott.ssa Cutrone.

Locandina giornata mondiale autismo

Tra le varie attività previste nel corso della settimana anche il concorso nazionale “Raccontami l’Autismo”, rassegna di opere multiformi che coinvolge alunni fino alle scuole secondarie di I Grado presenti negli ambiti territoriali di Gioia del Colle, Bitonto, Corato, Grumo Appula e Putignano, al fine di sensibilizzare e di potenziare il livello di conoscenza sulla tematica dell’Autismo.

La proposta prevede in particolare la realizzazione, la condivisione e l’esposizione nelle scuole di disegni, collage, foto e video, che rappresentino il mondo legato all’autismo dal punto di vista di un bambino.
Gli obiettivi sono chiari: educare al rispetto e alla consapevolezza delle potenzialità legate alla diversità, favorire una rete che accolga la diversità e favorisca una reale integrazione, promuovere la libertà di espressione e stimolare fantasia e creatività.

La settimana si concluderà l’otto aprile con un pranzo sociale al ristorante “Monna Lisa” di Corato. Parte del ricavato dell’evento servirà all’acquisto di attrezzature e ausili per bambini autistici.