Si stringe il cerchio intorno agli assassini di Anna Rosa

Tra gli arrestati di Bitonto, assicurati alla giustizia nelle prime ore della giornata, esponenti del clan "Cipriano" e "Conte"

896
0
CONDIVIDI

Stamattina all’alba un’operazione congiunta di Polizia di Stato e Arma dei Carabinieri ha portato all’arresto, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP presso il Tribunale di Bari, di diversi esponenti dei gruppi criminali “Conte” e “Cipriano”, attivi nello spaccio di stupefacenti a Bitonto e in contrasto tra di loro.

Gli arrestati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di omicidio, tentato omicidio, spari in luogo pubblico, detenzione e porto abusivo di armi, minaccia e violenza privata; reati tutti aggravati dall’aver agito con l’utilizzo del metodo mafioso. Il riferimento è chiaramente al tragico episodio di cronaca nera che ha scosso la città di Bitonto alla fine dello scorso anno e che portò all’uccisione della pensionata Annarosa Tarantino di 83 anni e al ferimento del 20enne Giuseppe Casadibari, ritenuto appartenente ad uno dei due sodalizi in lotta.

Blindata la città, che dalle prime ore del giorno è stata passata in setaccio da elicottori e volanti. Alle 10 una conferenza stampa in Procura svelerà i dettagli dell’operazione.