Per “Scuola Mista” il palco di Casa Sanremo

Per Valerio Vacca e Lidia Tortora, frizzanti voci bitontine, si schiudono le porte di uno dei tempi magici della canzone italiana

530
0
CONDIVIDI

Fondare un movimento in grado di accogliere tutti gli artisti, che non s’identificano in un’unica e canonica corrente musicale, è l’obiettivo di Valerio Vacca, bitontino, classe ‘91, dinamico rapper e cantante.

Alfiere di questo progetto, il duo canoro Scuola Mista, che vede Valerio insieme alla giovanissima Lidia Tortora, anch’essa bitontina, impegnati a promuovere un’idea di musica basata sulla convergenza, senza discriminazioni, di qualunque genere o stile.

Due giovani e frizzanti voci, quelle di Valerio (27 anni) e Lidia (18) che, dopo aver calcato numerosi palcoscenici locali, hanno avuto l’opportunità di approdare a una delle mete più prestigiose della canzone italiana.

Parliamo di Casa Sanremo, punto di ritrovo per giornalisti, artisti e addetti ai lavori, giunti ogni anno nella cittadina ligure in occasione della storica kermesse musicale. Location di tutti gli eventi collaterali del festival canoro più famoso d’Italia, Casa Sanremo rappresenta un ambìto trampolino per giovani interpreti, che sognano di calcare il palcoscenico dell’Ariston.

“Cantare in una delle sedi più solenni della canzone italiana ti permette di guardare al mondo della musica con occhi diversi. È una tappa importante, che consente di progettare cosa fare in futuro e su cosa investire. Un ottimo trampolino di partenza”, spiega Valerio.

“Finchè c’è” è il brano, scritto da Valerio e musicato da Savino Valerio della VS Artlab, con cui Scuola Mista si è esibita al Pino Daniele Theatre (una delle prestigiose sale di Casa Sanremo), in qualità di vincitrice dei Grandi festival italiani per la sezione “Canzoni inedite”.

Dopo aver conquistato il primo posto nella categoria “Nuove proposte” alla ventottesima edizione del contest regionale “Nota d’Oro” nel 2017, il duo ha riscosso il plauso, lo scorso gennaio, della giuria dei Gfi, esibendosi anche a Verona. Da lì il passo sino a Sanremo è stato breve: Lidia e Valerio, insieme ai vincitori di altri concorsi nazionali dedicati al canto, sono stati invitati a prender parte alla manifestazione che rappresenta un’importante vetrina per artisti emergenti.

“Essere notati da produttori, suscitare l’interesse di etichette discografiche, facendosi conoscere da chi lavora in questo mondo, è la grossa occasione che offre Casa Sanremo”, afferma il cantautore bitontino, che non nasconde l’entusiasmo per un nuovo traguardo, a cui tenderà insieme a Lidia Tortora.

Il prossimo 14 aprile “Scuola Mista” volerà, infatti, a Roma per partecipare al contest “One shot game”, organizzato da Honiro, etichetta discografica di Ultimo, il giovane cantante vincitore delle Nuove Proposte al Festival di Sanremo.

Chi salirà sul gradino più alto del podio potrà siglare un contratto con la Honiro.

Un’occasione, dunque, da non perdere per il duo canoro che, nel frattempo, pubblicherà un mixtape di dieci tracce inedite.

La successiva tappa sarà riuscire a salire sul palco di Area Sanremo.

Così, Valerio e Lidia, s’impegnano ad affrontare la nuova sfida: lui con un passato da rapper e lei con esperienze di palcoscenico teatrale. Due esperienze musicali diverse ma solo in apparenza: la loro fusione perfetta è “Scuola Mista”.